venerdì 5 luglio 2013

...Scrivendo *piccoli* pensieri...

Niente ferisce, avvelena, ammala quanto la delusione.
Perchè la delusione è un dolore che deriva sempre da
una speranza svanita, una sconfitta che nasce sempre da
una fiducia tradita, cioè dal voltafaccia di qualcuno o
qualcosa in cui credevamo.
                                               *Oriana Fallaci*


Quanta verità in queste parole. Quanta verità che non vorrei mai mi toccasse ma, purtroppo, la delusione è sempre dietro l' angolo ed io ne vengo colpita forse più di altre persone.
Io sono una persona che si fida a prescindere. Una persona che non vede mai nulla di sbagliato in quello che fanno, che giustifica sempre i loro comportamenti e si illude ma in fondo nulla è fatto a caso ma tutto è calcolato da loro ed io non lo capisco se non tardi, quando ormai fa male l' aver capito che determinate [persone] ci sono quando e come piace a loro e se gira male o sono prese da altro, tu non servi più e sei messo in un angolino e se provi a chiedere qualcosa, vieni ignorato.
Già, è davvero brutto essere ignorati. Per cosa poi? Non lo so e non intendo nemmeno più capire il perchè di determinati comportamenti. Se poi sono io a *servire*, mi cercano e mi riempiono di messaggi fino a quando non rispondo. Ed io ci casco. Se sono io a [cercarle] non rispondono e quando faccio capire che bastava rispondere con un [sono occupata] invece di ignorare, allora danno il meglio di sè e ti espongono una serie di [cazzate] che non stanno da nessuna parte quando trascorrono la loro vita su fb e leggono ed è il diario a parlare o le cose che vengono pubblicate ogni santo minuto.
Comunque si incassa e si va avanti, cercando di non commettere l' errore per l' ennesima volta. Non mi lascerò intenerire. Ti ignorerò a vita e come te anche tutte le altre persone che si comportano nel tuo squallido e ridicolo modo. Magari passerai da qui e leggerai e forse ti ritroverai nelle mie parole e forse un esamino te lo farai. Forse perchè ho dei seri dubbi che tu riesca a *cogliere*.

1 commento:

  1. Ciao Ema! ^_^
    Piacere di conoscerti!
    Grazie per essere approdata al mio blog e di seguirmi a tuffo! ;)
    Ricambio volentieri!
    Ti dico una cosa che mi disse una volta la mia prof. di disegno quando ancora "non sapevo tenere i pastelli in mano"!
    I bambini quando sono piccoli fanno solo scarabocchi, eppure quando ti donano un loro "disegno" lo conservi con cura e provi a capire cosa abbiano voluto comunicarti... Non serve saper disegnare o colorare, basta saper emozionare scarabocchiando qualcosa con il cuore!... Solo così si vedrà il bello da qualsiasi angolazione!... ^_^
    A me è sempre servita questa "storia", spero faccia lo stesso effetto su di te e di vederti presto creare qualcosa, qualsiasi cosa che le tue mani abbiano la voglia di plasmare!
    Ps un riferimento al tuo post: pure io mi ritrovo a vivere spesso questi episodi, ogni volta ci casco, ma ogni volta mi rialzo più forte!... È vero che sbagliando si impara e che la vita è come un boomerang, torna tutto indietro! ^_^
    Alla prox
    Vale ;)

    RispondiElimina